Filatura

Molti dei nostri formaggi sono a pasta filata, cioè vengono prodotti grazie alla tecnica della filatura. Un procedimento artigianale e totalmente manuale che permette il passaggio del latte dallo stato liquido al solido, filante e malleabile, da cui dar vita alle diverse forme di formaggio. 
Il latte con l’aggiunta di solo siero innesto e caglio, grazie all’effetto dell’acqua bollente (circa 90°C) dà origine alla metamorfosi della caseina che diventa filosa, mantenendo nella sua materia proteine, grassi e sali minerali. 
Per la lavorazione della pasta filata utilizziamo strumenti in legno tradizionali (mastello) e in fine con le mani sapienti dei casari prende forma ogni singolo formaggio, un pezzo unico ed inimitabile, in cui si può riconoscere l’artigianalità del lavoro manuale, come stracciate, scamorze, trecce, caciocavalli, provole, ecc.